in Blog

Monopolio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Non esiste una sola internet, ma ce ne sono diverse. C’è quella dei big five, quella che usiamo tutti i giorni. C’è il dark web, quello a cui si accede tramite Tor. C’è la rete a luci rosse, quella del porno e dei vari siti i “tube”.

Ho letto recentemente su The Atlantic che tutti i principali siti porno sono proprietà della stessa società, che è anche il più grosso provider di tecnologia streaming dedicato al porno.

Il porno – dunque – è un monopolio. Il monopolista è un distributore che fa i suoi interessi. Raccoglie pubblicità e non favorisce di certo i creatori di contenuti.

Il servizio che dobbiamo fare a noi stessi è di non ignorare questi fenomeni. Ogni volta che si crea un monopolio si crea l’opportunità per penalizzare questa o quella categoria. Oggi ad essere penalizzati sono i produttori di porno e gli autisti Uber, domani potremmo essere io e te.

Write a Comment

Comment